Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Meccanica’

Barikell, la nota azienda produttrice di macchine per pavimenti industriali e attrezzature per pavimentisti ha recentemente annunciato l’accordo con un nuovo rivenditore esclusivo per la Spagna. (altro…)
Annunci

Read Full Post »

Si deve sempre partire dalle basi: un’affermazione apparentemente banale e logica, che vale anche nel mondo della pavimentazione industriale. E le basi di un edificio industriale sono solide se il pavimento è stato costruito con le migliori materie prime e preparato, levigato e rifinito grazie all’aiuto delle migliori attrezzature per i pavimenti industriali e grazie ai migliori accessori per i pavimentisti. (altro…)

Read Full Post »

Scegliere un fornitore non è facile, in nessun settore industriale o dei servizi.
Nel settore meccanico lo è ancora di più, soprattutto oggi che le imprese italiane di questo settore stanno faticando moltissimo a reggere la crisi. Sempre di più il mercato premia la forte specializzazione, la possibilità di lavorare anche su piccole serie e piccoli lotti, di lavorare materiali speciali e difficili e di realizzare componenti di altissima precisione. D’altro canto, la troppo spinta personalizzazione in alcuni casi può essere un rischio, specie se ci si focalizza su un solo settore di sbocco. Se su tutti questi elementi la vostra impresa ha già chiaro cosa vuole e ha un buon parco di clienti, diventa fondamentale la scelta dei fornitori.

Distinguete innanzitutto tra i fornitori “sostituibili” e quelli strategici, focalizzate la vostra attenzione su questi ultimi: il vostro obiettivo dovrà essere di farli diventare dei veri partner (per fare questo, però, dovrete consentire loro di poter programmare, anche se questo può sembrare in contraddizione con l’esigenza di massima flessibilità).

Quali sono dunque i criteri per la scelta? Io vi propongo questi 7:

  1. parco macchine: innanzitutto, non c’è molto da fare. Un subfornitore meccanico lo si valuta prima di tutto dal fatto che il suo parco macchine sia adatto alle lavorazioni che mi servono, sia costituito da macchinari nuovi o comunque all’altezza
  2. referenze: anche questo punto è molto importante. E’ vero che ci sono aziende che – per motivi di riservatezza vera o presunta – non dichiarano i nomi dei loro clienti. Tuttavia, questo è un aspetto fondamentale da valutare. “Dimmi con chi lavori e ti dirò chi sei (o quanto vali)!”. Sui settori di sbocco ci sono 2 scuole di pensiero: meglio iperspecializzati nel vostro settore, o aziende che lavorano anche con altri? Diciamo che se il vostro settore è all’avanguardia, allora meglio gli specializzati. Se no, il vostro subfornitore potrebbe avere fatto esperienze in altri ambiti che possono essere utili anche per voi.
  3. esperienza: fondamentale che l’azienda abbia qualche anno di esperienza. Vero che ci sono imprese, magari nate da pochissimo, che fin da subito si distinguono per la loro competitività e qualità. Di solito, però, sono imprese fondate da chi aveva qualche anno di esperienza precedente altrove. Attenzione però a non confondere le imprese obsolete con le imprese esperte: il punto 1 sul parco macchine dovrebbe aiutarci a fare chiarezza. Altri elementi di attenzione: verificate se in aziende che vantano esperienze ultradecennali è già avvenuto il passaggio generazionale.
  4. puntualità nelle consegne: mi direte che questo lo si può sapere solo provando… Vero, però il punto 2 sulle referenze potrebbe aiutarvi a capirlo prima ancora di provarlo. Infatti, se il subfornitore che state valutando lavora per settori dove la puntualità è fondamentale, è un buon indice per valutarlo positivamente su questa voce.
  5. personalizzazione: tipicamente chi lavora per piccoli lotti è obbligato a fornire grande personalizzazione, o almeno cura nel venire incontro al committente con suggerimenti anche migliorativi. Di solito questo va di pari passo con l’esperienza.
  6. qualità della lavorazione e capacità di lavorare materiali speciali: anche questo aspetto, se vogliamo, è collegato ai punti 1 e 2. Chi ha il parco macchine adatto e lavora con certi clienti, ha sicuramente una buona qualità delle sue lavorazioni. Nei settori più “spinti” le tolleranze sono davvero esasperate.
  7. flessibilità e metodologia: il vostro fornitore deve concordare con voi fin dall’inizio tutti gli aspetti importanti. L’approvvigionamento, la logistica, l’adattamento di ogni singola macchina alla lavorazione che deve fare per voi e il controllo qualità. Diffidate di chi non punta su questi aspetti.

Read Full Post »

I mesi passano, e soprattutto nel settore della meccanica e in generale tra le piccole e medie imprese ancora non ci sono segni di ripresa. Ultimamente circolano sempre più spesso notizie su una presunta ripresa dell’economia, ma una semplice chiacchierata con gli imprenditori della zona di Modena o di Reggio Emilia basta a smentire queste voci.

(altro…)

Read Full Post »

Di fronte ai numeri della crisi, una storica officina meccanica di modena decide di affrontare la crisi economica investendo in innovazione tecnologica e in comunicazione. “E’ molto dura, la crisi si sente eccome. Ma noi non molliamo, anzi rilanciamo”.

(altro…)

Read Full Post »

Un nuovo design per la ditta Bonfatti filettature, leader nel settore metalmeccanico dal 1966. Rinnova la sua immagine sul web l’azienda di Modena specializzata in filettature rullate che realizza, nei suoi 1800m2, tiranteria ad alta resistenza parzialmente o interamente filettata, prigionieri, cavallotti, barre filettate in acciaio ad alta resistenza, barre rullate a profilo trapezoidale con chiocciole in avp e bronzo, viti filettate ad alta resistenza, tirafondi ad una piega o doppia piega e rullature conto terzi. Nell’azienda modenese dodici addetti operano nella produzione della ditta; produzione fornita di certificati di analisi chimica, di caratteristiche meccaniche delle materie prime usate e di estratto di conformità. Grazie al tipo di realizzazione nelle zone deformate per rullatura, la robustezza del materiale di partenza migliora e aumenta la resistenza alla compressione del 6/12% nei confronti dei filetti ottenuti con la tradizionale asportazione del truciolo. Per rullatura si possono ottenere, oltre alle filettature triangolari, filettature trapezoidali, filetti arrotondati e speciali.
La gamma di produzione della Bonfatti Filettature prevede barre filettate trapezoidali UNI 124 (con filettatura destra e sinistra), chiocciole di acciaio e bronzo (anch’esse con filettatura destra e sinistra), sono disponibili a magazzino misure standard ed anche lavorazioni speciali su disegno. Bonfatti filettature: una nuova livrea per promuovere la tradizione.

Read Full Post »

Nata come torneria meccanica nel 1966, e specializzata nella filettatura di barre in acciaio, Bonfatti Filettature ha appena rinnovato il suo sito web.

L’azienda è specializzata nel metodo della “rullatura”, e si occupa anche della lavorazione di viti ad alta resistenza e barre trapezoidali.

Read Full Post »